Scopri come accedere
ai fondi del PNRR

Mettiamo a tua disposizione una guida gratuita per aiutarti ad accedere ai fondi.

SCARICA LA GUIDA GRATUITA
Home » Blog » I vantaggi del co-branding…in formato podcast

I vantaggi del co-branding…in formato podcast

podcast in co-branding: microfono e pc pre registrazione nuovo episodio

I podcast, quei contenuti digitali che possono essere ascoltati grazie ad una connessione internet o essere scaricati per essere poi ascoltati (o visti) offline, sono uno dei fenomeni mediatici più cresciuti negli ultimi tempi. Ebbene sì, nel corso degli ultimi tre anni, i podcast sono incrementati in numero, qualità, ascolti e produzione. Basti pensare che secondo i dati raccolti da Ipsos nel Digital Audio Survey 2021, gli ascoltatori italiani di podcast ad ottobre 2021 erano ben 9,3 milioni.  
Perché quindi non fare del podcast uno strumento di co-branding e permettere ai professionisti di fare quattro chiacchiere informali per parlare di organizzazione aziendale, sostenibilità e innovazionementre si aumenta gratuitamente il proprio bacino di potenziali clienti? 

Cos’è il co-branding e quali sono i vantaggi 

Stando alle definizioni più classiche, per co-branding si intende “una partnership tra due o più brand diversi decisi ad avviare una strategia di marketing comune e immettere sul mercato un nuovo prodotto o un nuovo servizio”.  

Di tipologie di co-branding ne esistono moltissime. Si pensi alle collaborazioni tattiche, legate a strategie di breve periodo, o al co-branding funzionale che vede i brand proporre sul mercato un prodotto/servizio che include nel packaging i nomi di tutti i brand coinvolti o ancora al product based co-branding, in cui i singoli prodotti/servizi dei brand vengono commercializzati assieme per far leva sul valore intrinseco di ogni singolo brand.  

Ciò che è certo, in ogni caso, è che le iniziative di co-branding portano con sé una serie di vantaggi per ciascuno dei brand interessati dalla partnership. Tra questi: 

  • Maggior visibilità: sfruttando appieno i punti di forza e la notorietà dell’altro; 
  • Allargamento del mercato di riferimento: traendo il meglio dal mercato e dalla nicchia di pubblico dell’altro; 
  • Aumento delle vendite: come risultato naturale dell’aver esposto il proprio brand a nuovi potenziali consumatori.  

Un co-branding in versione podcast 

Insomma, considerando che i vantaggi del co-branding comprendono l’aumento della propria brand awareness, l’intercettazione di nuovi segmenti di audience e la conquista potenziale di nuovi mercati, è naturale che l’attività di co-branding eserciti una certa attrattiva su ogni brand. 
 
Ma se per ottenere tutti questi vantaggi non fosse necessario creare nuovi prodotti e nuovi servizi da immettere sul mercato? Insomma, i benefici del co-branding esistono anche quando ai consumatori viene offerto non un prodotto da acquistare ma qualcosa di cui fare esperienza e da cui apprendere? Per Beliven, è proprio così. 

È in effetti questa convinzione ad aver permesso la nascita del progetto podcast Beliven, la serie di “Small Talks With…” che dal 2019 permettere a realtà giovani e a realtà consolidate di condividere la propria esperienza, fornire spunti di riflessione, parlare di esperienze personali e professionali, idee innovative, trend e best practice sull’organizzazione aziendale. Il tutto, attraverso una chiacchiera informale. 

Tra innovazione, digitalizzazione e sostenibilità, il podcast Beliven si è posto sin dall’inizio l’obiettivo di favorire il dialogo su temi rilevanti ospitando realtà esterne pronte a far sentire la propria voce e a portare il proprio punto di vista. 

podcast Heply: microfono e onde sonore

Perché abbiamo scelto il formato podcast 

Sempre più le persone sono alla ricerca di contenuti da poter fruire solo ed esclusivamente attraverso l’audio. Se questo si può in parte associare al crescente impiego di dispositivi che rispondono ai comandi vocali, è altrettanto certo che la vita frenetica a cui siamo abituati ci spinge a cercare contenuti fruibili mentre svolgiamo altre attività. Non è un caso che l’80% dell’ascolto podcast, stando alla ricerca Ipsos, avvenga in effetti proprio durante lo svolgimento di altre attività. Che sia durante il viaggio in auto o in metropolitana verso l’ufficio, durante le pulizie di casa o la corsa al parco, poter ascoltare un contenuto (e ancor più poterlo fare senza connessione internet) è certo un gran vantaggio. 

Per questo, l’intero intrattenimento audio ha subito negli ultimi anni una significativa espansione portando alla ribalta il fenomeno del podcasting. A quattro anni dalla conquista del pubblico americano nel 2014, i podcast hanno ufficialmente fatto breccia tra gli italiani. 

 
Ma parliamo un po’ di numeri. 
Lo studio dell’Osservatorio Digital Content del Politecnico di Milano ha confermato il mercato in crescita del fenomeno podcast, così come le sue potenzialità future. Pare infatti che il 28% degli utenti attivi su internet nel 2021 abbia dichiarato di ascoltare podcast, una percentuale in crescita rispetto al 21% registrato l’anno precedente. Tra coloro che ascoltano podcast, il 67-68% rientra nella fascia tra i 18 e i 34 anni, ma la percentuale è alta anche per gli over 55 (55%).  

“Small Talks With…” alla ricerca di nuovi protagonisti! 

Una delle domande che probabilmente ti starai facendo è: ma perché mai un brand dovrebbe scegliere di partecipare al podcast “Small Talks With…” targato Beliven? 

Ancora una volta, sono i numeri a dare la vera risposta.  
La ricerca Ipsos 2021 parla chiaro: chi ascolta podcast è portato a compiere un’azione. Ascoltare un podcast, infatti, non è un’attività passiva, al contrario. Il 49% degli ascoltatori, a fine ascolto, compie un’azione verso il brand: una ricerca del brand online, del suo prodotto/servizio, una connessione sui social media o una ricondivisione del podcast con altre persone. 

Ad oggi, Beliven ha registrato più di 150 episodi (li puoi recuperare qui) con una media di 50mila download e 27 mila ore di ascolti. Fra gli ospiti del podcast “Small Talks With…” che hanno condiviso opinioni e punti di vista sul mondo del lavoro, sull’organizzazione aziendale e sul mondo digital in generale, ci sono aziende del calibro di IBM, Vodafone, KIKO Milano, Bofrost e Boeing

Se vuoi condividere l’esperienza della tua azienda, giovane o consolidata che sia, e far conoscere il suo raggio d’azione, la sua storia e le sue aspettative per il futuro…che aspetti? Candidati per partecipare al podcast Beliven! 

Mettiamo a tua disposizione una guida gratuita per aiutarti ad accedere ai fondi.